IL PANNELLO
Concepire uno spazio, progettarlo e protegerlo, risulta un passo
fondamentale per il benessere ed il comfort abitativo.
Grazie all’impiego di pannelli isolanti della Domoconfort è possibile
ottenere un efficace isolamento acustico e termico, riparando
l’abitazione dal caldo, dal freddo e dai rumori molesti.
ISOPAR rappresenta un supporto fondamentale ed irrinunciabile
negli edifici contemporanei, dalla pavimentazione al soffitto, dalle
pareti interne a quelle esterne per arrivare ai tetti, garantendo
un’ottima tenuta nel tempo.
Le contropareti ISOPAR, montate in brevissimo tempo e senza
alcun fastidio, sono disponibili in una vasta gamma di spessori ed
assicurano:
– elevato isolamento termico;
– elevato isolamento acustico;
– durata nel tempo;
– resistenza a compressione e adattabilità;
– resistenza all’ancoraggio dei carichi;
– resistenza a flessione della lastra;
– massima sicurezza (in caso di incendio, infatti, la controparete
rimane ancorata al supporto ed i materiali di cui è composta
non emettono gas tossici o fumi opachi).

COME SI APPLICA
LA PREPARAZIONE DEL PANNELLO
La parete da isolare dovrà essere pulita, asciutta, spellicolata, libera
da polvere, grasso, pittura, tappezzeria o qualsiasi altro agente
che possa impedire un buon incollaggio. La temperatura della parete
non dovrà essere inferiore a + 5 ∞C.
1 Misurare l’altezza tra pavimento e soffitto e tagliare il pannello diminuendo tale misura di 10-15 mm.
2 Preparare il “primer”, mescolando in due parti d’acqua tre parti
di colla a base di gesso. Applicare questo “primer” sulla lana di
vetro, in strisce larghe 10-15 cm poste ad una distanza di 15-20
cm tra loro, utilizzando una cazzuola o un rullo.
3 Preparare il collante, mescolando in due parti d’acqua cinque
parti di colla a base di gesso; la miscela potrà rimanere esposta
all’aria per un’ora senza subire alterazioni. Dopo circa 10 minuti
applicare il collante in “plots”, delle dimensioni di un pugno,
sulle strisce di “primer” precedentemente realizzate, in ragione
di 15 “plots” per metro quadrato (5 per ogni striscia).
Porre ai piedi del muro due cunei e su questi posare e drizzare
il pannello ISOPAR preparato per l’incollaggio, premendo con
forza. Colpire ripetutamente e con forza la superficie del pannello
con un asse di legno, senza farlo rimbalzare; verificare
quindi l’allineamento orizzontale e verticale del pannello.

GIUNZIONE LINEARE DEI PANNELLI
Sigillare i giunti tra i pannelli, utilizzando apposite “bande” e intonaco
speciale come descritto ai paragrafi seguenti.
Applicare, con una spatola da 20 cm, una prima mano di intonaco
speciale in corrispondenza del giunto.
Porre la banda sul giunto, facendola ben aderire all’intonaco precedentemente
applicato. Applicare sulla banda un’altra mano d’intonaco,
in modo da ricoprirla interamente.
Dopo aver lasciato asciugare l’intonaco per il tempo necessario, stendere
un’ultima mano di intonaco speciale, debordando rispetto allo
strato precedente sino a raggiungere una larghezza di 25-30 cm; a tal
fine sarà opportuno utilizzare una spatola da 30 cm. Per i giunti d’angolo
rientrante si procederà come per i giunti piani.

GIUNZIONE ANGOLATA
4 Per giunti d’angolo a sporgere, si opererà nel modo seguente:
togliere dal pannello ISOPAR una striscia di lana di vetro di misura
pari allo spessore del pannello stesso (lastra in gesso+ lana).
Posare quindi la controparete (a) secondo le modalità già indicate,
in modo tale che la fibra sporga, rispetto all’angolo, di 5-10 mm
(spessore della colla).
Procedere alla posta del pannello d’angolo (b) incastrandolo nella
parte svuotata del primo.
5 Sigillare il giunto d’angolo utilizzando una speciale banda armata
con l’armatura metallica rivolta verso l’interno. Per la posa della
banda armata si procede come per il giunto piano.
I battiscopa saranno applicati direttamente al pannello ISOPAR tra
mite chiodatura (legno) o incollaggio (plastica, ceramica, ecc.). La
superficie della lastra in gesso dell’ISOPAR consente ogni tipo di
finitura: pittura o lacca, carta da parati, tessuto, piastrelle di ceramica
o similari.
Nei locali umidi sarà opportuno proteggere il pannello con un profilato
ad U in materia plastica posto alla base.
6 Per l’ancoraggio di oggetti sulla parete isolata con ISOPAR ci si
regola come segue:
a) Oggetti leggeri (sino a 5 kg): ganci a X o similari;
b) Oggetti con pesi compresi tra 5 e 10 kg: viti a espansione
fissate nel pannello in gesso rivestito;
c) Oggetti pesanti (oltre 10 kg): viti a espansione ancorate
direttamente al muro

l’altezza

Pin It on Pinterest

Share This